to top

Cambio dell’ora: quanto fa male ai bambini?

cambio-ora-bambino

Come evitare disagi per il cambio dell’ora nei nostri bambini?

Su Savonanews.it Maurizio Losorgio mi ha intervistato e abbiamo brevemente parlato di quali sono gli effetti del cambio dell’ora nei bambini.

Ecco qui il testo della breve intervista:

Come abituare i bambini al cambio dell’ora?

“I bambini in età scolare hanno giornate con ritmi ben definiti e non c’è dubbio che il ritorno all’ora solare comporterà inevitabili conseguenze sull’umore. La riduzione delle ore di luce potrebbe causare malessere, stanchezza e irritabilità. A risentirne maggiormente saranno proprio i bambini perché sono molto abitudinari negli orari dei pasti e del sonno e hanno minori capacità di adattamento, pertanto potranno verificarsi anche disturbi del sonno, malumore e stress. I bambini, rispetto agli adulti hanno minori capacità di adattamento. Per questi motivi sarebbe meglio abituarli e prepararli con qualche giorno di anticipo, anteponendo le loro abitudini dalla prima colazione alla cena. Nei neonati invece, i disagi saranno minori, soprattutto perché ancora non hanno una routine precisa sull’orario dei pasti e del sonno”.

Ma il ritorno all’ora solare comporta anche qualche beneficio nei più piccoli?

“Sì, ci sono anche degli aspetti positivi – conclude il Dott. Trapani – infatti al mattino al loro risveglio il sole sarà già sorto e la luce donerà maggior energia e voglia di muoversi. Un occhio di riguardo dovrà essere rivolto soprattutto all’alimentazione, che dovrà essere ricca di vitamine, magnesio e potassio, capaci di dare una carica energetica. Un consumo maggiore di frutta e verdure favorirà un effetto antiossidante e disintossicante ed un bicchiere di latte caldo prima di andare a dormire potrà favorire il riposo notturno”.

Per vedere l’articolo completo su Savonanews.it clicca qui.

Recentemente ho scritto un’altro articolo riguardo all’importantissimo legame tra l’alimentazione dei nostri bambini e i disturbi del sonno. Vi consiglio di leggerlo, lo trovate qui sotto.

L’alimentazione ed i disturbi del sonno nei bambini